fbpx

Scarpe da running: come orientarsi nella scelta

Categorie

Le scarpe, per un runner sono l’elemento fondamentale, ESSENZIALE per correre bene, dopo la testa ovviamente.

Senza la testa che ci spinge avanti, al primo km molliamo.

Senza scarpe da running giuste, corriamo anche 20 km, ma come?

Male.

Correre con le scarpe sbagliate porta:
  • Dolori a ginocchia e articolazioni
  • Contratture e infiammazioni muscolo-tendinee
  • Dolori alla zona lombare
  • Scarso rendimento
  • Nessun miglioramento di tempo
  • Corsa poco goduta, infelice, faticosa

Capiamo bene quanto sia indispensabile scoprire la scarpa giusta per noi prima di continuare a correre male o addirittura arrenderci e lasciare la corsa, credendo non sia il nostro sport.

Spesso non sappiamo come orientarci nella scelta delle scarpe. Guide e termini troppo difficili!

Quali requisiti deve avere per essere la scarpa che fa per noi?

Io le provo. Ecco. Ci corro. E ho provate davvero tante. Ho capito piano piano e di volta in volta, corsa dopo corsa, quali fossero quelle giuste per me in un dato momento.

Quali possano farmi correre supportata, agevolata, confortata e quali proprio non fanno per me.

Attenzione! Una scarpa che non fa per me, può essere perfetta per voi e viceversa. Quindi il sentito dire o le mode non sono le giuste guide!

Quindi per scegliere, capiamo meglio che esigenze o problematiche abbiamo.

  1. Da quanto tempo corro? Se vi siete avvicinare alla corsa da poco è consigliabile orientarsi su scarpe neutre, comode, poco rigide, abbastanza leggere, stabili e mediamente ammortizzate. Sarete sicure di correre con serenità, senza appesantire le articolazioni e senza creare quelle tensioni muscolari che scarpe troppo o poco strutturare potrebbero creare. Se invece correre da tanto, avete una buona confidenza col gesto atletico, passate alla domanda successiva.
  1. Corro da tanto ma non mi trovo bene con le scarpe che ho, come le scelgo? Se state utilizzando scarpe troppo strutturate, forse il vostro problema è quello. Siete troppo vincolate dalle scarpe durante il running e, a causa di quello non avete trovato ancora il vostro passo e la vostra bella corsa liscia e felice. Io mi orienterei su un neutro poco strutturato ma con una buona tecnologia reattiva e di ammortizzamento.
  1. Corro da tanto ma non miglioro il mio tempo. Le scarpe giuste per questo obiettivo, 90 su 100 sono scarpe leggere. Con poca struttura ma reattive e propulsive. Ripeto LEGGERE.
  1. Mi fanno sempre male le ginocchia dopo una corsa. Ecco allora ci vogliono scarpe ammortizzate e più stabili, “pesanti”. E soprattutto dobbiamo fare attenzione a cambiarle quando perdono la marcia in più che ci davano all’inizio.

Queste sono gli elementi in base ai quali faccio scegliere le scarpe alle ragazze che alleno, quando riscontrano problemi con la corsa.

Volete degli esempi per orientarvi?

Per chi è alle prime armi con la corsa, non ha particolari problemi di ginocchia oppure per chi corre da tempo ma dopo ogni running ha un dolore nuovo:

Nike Infinity React

Brooks Ghost

Nike Pegasus

Chi soffre di dolori alle ginocchia, oppure articolazioni fragili, o problemi alla schiena può pensare alle:

⁃ Asics Cumulus

⁃ Brooks Glicerine

Le ragazze che vogliono migliorare il loro tempo, divertirsi in corsa, fare dei running di “diversi”, consiglio:

⁃ Nike Tempo

⁃ Nike Zoomfly 3

⁃ Asics Novablast

⁃ Adidas ultra Boost

Per chiudere vi dico quali uso io. Ad oggi alterno Nike Infinity React, ZoomX Vaporfly next% e Zoom Tempo Next.

Uso le Nike Infinity React quando:

⁃ voglio alleggerire le ginocchia e schiena,

⁃ ho qualche disequilibrio muscolo-tendineo o sono infortunata

⁃ non voglio aiuto da parte delle scarpe per quanto riguarda la velocità,

⁃ per corse di scarico.

Le Zoom Tempo Next ad oggi sono le mie preferite. Mi diverto, vado veloce, mi stimolano, mi regalano il tipo di corsa “diversa” che cerco, agevolano molto la mia corsa dandomi molta spinta.

Le userei sempre ma non lo faccio perché sono molto instabili. Propulsive, reattive ma per questo instabili quindi per preservare le ginocchia o per fare una corsa senza troppo stare attenta alle buche, le alterno.

Uso invece le ZoomX Vaporfly next% nelle mie 2 sfide settimanali: la sfida del mercoledì 8 km sotto i 36’ e quella del sabato 13 km ai 4.35”. Perché? Perché sono più stabili delle Tempo e penso solo a spingere. Solo ultra leggere e aiutano tanto.

Per camminare? ASICS Nimbius tutta la vita!

Detto questo, quale scarpa fa per voi?

0 commenti

Invia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.