Acqua e cellulite: c’è correlazione?

Categorie

Tra acqua e cellulite c’è un solido legame, ma non quello che pensiamo.

La maggior parte di noi donne pensa che possa essere di fondamentale aiuto per la ritenzione idrica e anche per la cellulite, bere tanta acqua.

Per non parlare poi dell’uso e abuso di drenanti e acque povere di sodio per cercare risolvere l’odiato inestetismo.

In realtà dobbiamo abituarci a considerare la cellulite una vera e propria malattia il cui vero nome è panniculopatia edemo fibro sclerotica, detto in breve è un’infiammazione dei tessuti che li porta a degenerare in forma e funzioni e con la tendenza al peggioramento.

Le cause sono molteplici:

  • assetto ormonale
  • postura
  • cattiva circolazione
  • massa muscolare scarsa o assente
  • elevata presenza di grasso
  • scarso movimento fisico
  • alimentazione povera in proteine nutrienti e fibre
  • sale in eccesso
  • tacchi
  • jeans stretti
  • troppi caffè, alcolici, bevande zuccherate
  • stare troppo in posizione eretta o viceversa troppo sedute
  • predisposizione.

Come vedete manca la voce “bere poca acqua”, perché?

Perché non è questa la causa della cellulite. O forse in minima parte. Semmai bere poco può portare principalmente stitichezza, gonfiore addominale, problemi ai reni, ma non è tra le super cause di cellulite o ritenzione a meno che non beviamo solo 3 bicchieri d’acqua al giorno, facciamo ore di cardio e mangiamo bresaola et similia a tutt’andare.

La ritenzione e, in seconda battuta la cellulite, dipendono da una circolazione, in primis microcircolazione, scarsa.

Per questo motivo tra le cause ho citato jeans stretti, tacchi, scarso movimento: questa cose impediscono la circolazione corretta. Sono grossi ostacoli, così come la postura sbagliata. Tutti questi elementi deviano o bloccano i canali circolatori  (le vene).

I tessuti non vascolarizzati perdono vita ovviamente e si infiammano. Per risolvere il problema, il corpo, che è una macchina stupenda, inizia a trattenere liquidi per “spegnere l’incendio”, per poi degenerare nei conosciutissimi buchi della cellulite.

Capirete che bere tanta acqua non aiuterà molto anche perché probabilmente il corpo la tratterà per continuare a “spegnere” l’infiammazione e anzi, espellerà quella che invece sarebbe utile perché non sa più dove metterla, soprattutto se non possiede sufficienti muscoli in cui riporla.

Ebbene sì, l’acqua serve ai muscoli ed i muscoli servono per non avere cellulite.

I muscoli una massa viva e attiva, servono sia per stoccare acqua, o meglio l’acqua serve a loro per lavorare più efficientemente e svolgere anche una delle sue principali funzioni: il metabolismo.

Tadaaan, ho detto metabolismo!

Sì, il muscolo possiede le fornaci del metabolismo, quindi:

NO MUSCOLI = RITENZIONE + GRASSO + CELLULITE

Quindi l’acqua va bevuta sì, ma nella misura tale per cui sia gestibile dal nostro corpo i maniera proficua.

Ricordiamo che l’idratazione avviene principalmente tramite una corretta alimentazione.

Da domani tutte a sollevare pesi allora e stop agli skinny jeans?

Postilla: le acque povere di sodio stimolano la diuresi ma non è un bene fare uscire così tanto l’acqua. Se fare la pipì facesse uscire la cellulite e il grasso, sai che roba? Ahahaha! Per non parlare dei drenanti…

Puntiamo piuttosto sulla coppettazione (auto stimolazione tramite coppette di silicone che aiutano a scollate i tessuti, migliorando il micro circolo) o massaggi plantari eseguiti con una pallina da tennis facendola scorrere sotto al piede con una certa pressione da parte nostra).

0 commenti

Invia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.